lingue

italiano
Dimmi (2000)

Dimmi indaga su quello che sta sotto il linguaggio. Come dare senso al non senso – un’esigenza che forse deriva dalla mia formazione, prima filosofica e poi psicanalitica. Il video mostra un uomo che dice “dimmi” ingiungendo di parlare a una donna che non riesce a rispondere. Questa ingiunzione  crea una spaccatura nella comunicazione. È un lavoro sul recupero della langue, il rapporto fra lingua e linguaggi. È come se l’aspetto culturale e codificato fosse troppo preponderante, prepotente. C’è quindi un discorso sul pre-verbale. Non era del tutto intenzionale, però ho preferito attribuire l’aspetto pre-verbale, quello della lingua, alla donna. Un’equivalenza fra corpo e linguaggio. Afasia e parola si oppongono a partire da uno sforzo o da un’azione più corporale.